.

Lettera agli studenti del Dirigente scolastico

ICS Borsi | Lettera agli studenti del Dirigente scolastico

    
Milano 5 maggio 2020

                                                                                     Cari bambini e care bambine

                                                                                     Cari ragazzi e care ragazze

Buon giorno!

 mai come in questo periodo abbiamo bisogno tutti di avere Giorni Buoni e Sereni.

Carissimi, fino ad oggi non mi sono rivolta direttamente a voi solo perché ho creduto importante che, in qualche modo, iniziasse a prender forma e si evolvesse positivamente questa nuova realtà che ha sconvolto e cambiato non poco le vostre vite; ho aspettato che foste più tranquilli ed orientati verso la nuova strada. So che ancora siete spaesati, preoccupati, increduli e vi sentite tanto soli senza i vostri compagni e i vostri insegnanti con cui avete sempre condiviso le giornate tra i banchi.

Quanto vi manca la vostra maestra ed i professori ed ancor più la vostra classe fatta di tanti “amici”.

 La vostra infanzia e la vostra adolescenza si trovano ora davanti ad una prova terribile e inattesa che sicuramente supereremo meglio se saremo uniti.  Pensavate e pensavamo che la vostra vita potesse avere qualche problema piccolo o grande a seconda della vostra età ma ad una pandemia nessuno aveva pensato.

Non eravamo pronti noi, immaginate quanto pronti eravate voi. Le battaglie sul clima con cortei e mobilitazioni sembravano un nuovo futuro e il web stava diventando occasione e problema.
Si è azzerato tutto.

 Non sapete quanto mi manca il contatto quotidiano con voi e gli insegnanti, quanto mi manca il girare tra i corridoi e nelle aule e sentirvi dire”Ciao Preside !!” con le manine alzate oppure sentirvi muovere rumorosi e disordinati su e giù per le scale delle scuole secondarie e salutarvi uno per volta all’uscita.

Mi manca persino, magari a voi questo sicuramente no, il dovervi riprendere per qualche “pasticcio” più o meno serio lo sapete il mio ruolo è anche questo ahimè! Ma ho sempre cercato di ascoltarvi e di capire e di farvi capire …

Purtroppo non sono riuscita spesso ad esser vicina a ciascun plesso, fisicamente intendo, come avrei voluto e desiderato; ho sempre amato il mio lavoro ma ancor più ho sempre amato i miei studenti, amo il contatto con voi ragazzi voi siete la nostra storia voi siete il nostro futuro voi siete la nostra speranza.

Purtroppo siamo tanti e divisi qua e là ed io sono una sola …ma nel mio cuore ci siete tutti sempre sia quando vi lodo che quando vi “sgrido”, sempre con affetto e per il vostro bene.

I vostri insegnanti mi hanno commosso per la passione, l’impegno, la voglia di aiutarvi. Sono tutti preoccupati dentro un mondo che non conoscono, dentro un rapporto didattico nuovo e incerto, dentro uno spazio dove i confini si allontanano. Hanno a cuore il vostro apprendimento, il vostro futuro, la vostra vita. Seguiteli, ascoltateli, parlate con loro con qualunque mezzo.
Io penso a voi e al vostro ritorno che non credo sia, purtroppo,  molto vicino.  Dobbiamo ancora tenere duro e terminare questo difficile anno al meglio per voi e per tutti. Finiamo la scuola come l’avremmo finita se tutto questo non fosse avvenuto con serenità e con la certezza che, comunque vada, ciascuno ha fatto quanto era in grado di fare al meglio e con impegno.

 Io sono qui per voi vi aspetto a scuola il prima possibile per festeggiare insieme il nuovo anno scolastico e la conclusione di questo. Vorrei sapere come aiutarvi a superare   la vostra fragilità, a dare un supporto alle vostre preoccupazioni, a capire i vostri pensieri perciò, se lo desiderate, scrivetemi attraverso i vostri insegnanti oppure da soli vi ascolto volentieri.

Buon fine anno scolastico ragazzi! Forza abbiamo quasi finito e …andrà tutto bene!!!


Con tanto affetto e amore

la vostra Preside

Skip to content